Forma e contenuto dell’atto notarile

Il Notaio Fusco Gianluca, a Pescara e provincia, stipula atti pubblici o scritture private autenticate che hanno pieno valore legale e che rispettano, per forma e contenuto, tutti i requisiti imposti dall’ordinamento giuridico. La disciplina di questi aspetti fondamentali è contenuta sempre nella Legge n. 89/1913, precisamente nel Titolo III “Degli atti notarili”.

Il notaio, una volta accertatosi dell’identità personale delle parti, redige ogni atto in lingua italiana (con eventuale traduzione in altra lingua) e completo di tutti gli elementi presenti nell’art. 51 della medesima legge; l’originale deve essere scritto in maniera chiara e leggibile, senza lacune o spazi vuoti ma soprattutto senza abbreviature, correzioni, alterazioni, addizioni e raschiature. Inoltre è vietato riportare annotazione sopra gli atti stessi, a meno di casi particolari.

Il linguaggio deve essere ovviamente tecnico e consono all’argomento in questione; in particolar modo, i termini e lo stile devono corrispondere a una reale volontà delle parti e devono avere un preciso significato giuridico: qualora lo stesso concetto si possa esprimere con 2 differenti parole, è preferibile quella che risulta più immediatamente evidente a chi non conosce il linguaggio tecnico.

News Giuridiche

17/01/2020

DASPO: le puntualizzazioni della giurisprudenza di legittimità

Orientamenti della giurisprudenza...