Documento informatico

L’essere sempre in linea con gli aggiornamenti professionali è uno dei requisiti fondamentali dell’attività svolta, in Abruzzo, dal Notaio Fusco: in tema di amministrazione digitale, per esempio, è stato redatto negli ultimi anni un Codice che abilita l’informatica come strumento principale per i rapporti tra P.A. e cittadini.

Questo corpo di norme ha rappresentato una svolta importante nel mondo del notariato, visto che per la legge del 1913 il notaio non può usare la stampa o altri mezzi meccanici se l’inchiostro non risulta indelebile. Grazie al nuovo Codice, invece, il professionista può rilasciare atti e copie degli stessi anche come documenti informatici, purché siano dotati di firma digitale e inviati per via telematica.

Ciò consente di ridurre in maniera importante i tempi della burocrazia senza intaccare il valore legale degli atti, rendendoli disponibile in qualsiasi momento e facilitando le operazioni a distanza.

News Giuridiche

17/01/2020

DASPO: le puntualizzazioni della giurisprudenza di legittimità

Orientamenti della giurisprudenza...